Gambler Band | Biografia

Da più di quindici anni i Gambler si propongono nel panorama musicale come una tra le più quotate e stimate tribute band dei Pink Floyd.

Nati ufficialmente nel 1999 con l’obbiettivo di realizzare uno spettacolo che coinvolgesse il pubblico sia da un punto di vista musicale che scenico, offrono da sempre uno show ricco di effetti scenografici, quali laser ed effetti luce psichedelici, fuochi artificiali, proiezioni di video e filmati, il tutto curato nei minimi particolari. Il loro repertorio abbraccia un periodo storico di oltre quarant’anni, attraversando e toccando l’intera carriera del leggendario gruppo inglese, riproponendo canzoni più o meno conosciute e celebri, arrivando a soddisfare un pubblico decisamente eterogeneo.

Lo spettacolo, infatti, nel corso degli anni si sta sempre più caratterizzando, nell’ottica di costituirsi come progetto preciso e oculato. Dopo aver sviluppato una notevole maturità artistica, consolidando l’affetto di un numeroso e appassionato pubblico, la band si ripropone la finalità di portare il proprio spettacolo su palcoscenici sempre più significativi, soprattutto all'interno di Teatri.



Il 13 Novembre 2010 si è svolto a Venezia uno spettacolo unico, con il patrocinio del Comune di Venezia, Venezia Marketing&Eventi ed organizzato da Hard Rock Cafè di Venezia: i Gambler son stati la prima band della storia a replicare per intero il concerto "Pink Floyd Live in Venice" del Luglio 1989 proprio a Venezia, al Teatro S. Gallo: nessun'altra band era mai riuscita a farlo prima di quel momento.

Il 18 Febbraio 2017, invece, per la prima volta in terraferma i Gambler hanno riproposto l'intero storico concerto "Pink Floyd Live in Venice, in collaborazione con Uno Eventi ed Associazione Culturale Floydseum. Dalle ore 18.30 presso la Sala B del Teatro è stata allestita una mostra esclusiva curata dall'Associazione Floydseum: museo virtuale in 3D con decine e decine di opere d'arte come vinili, rare fotografie dei live show del backstage e riviste e memorabilia. E poi slideshow con centinaia di foto inedite del concerto del 15 Luglio 1989, proiezione di video esclusivi e la presentazione, in presenza di tre fotografi ufficiali che documentarono l'evento dell'epoca, del libro "The Night of Wonder" sul concerto dei Pink Floyd a Venezia. Alle ore 21.00 presso la Sala principalesi è svolto invece il grande Show Gambler: luci, laser, scenografie ed effetti sonori a fare da contorno alla grande musica dei Pink Floyd. La band ha riproposto per intero ed in maniera fedele all'originale nelle esecuzioni, il concerto "Pink Floyd Live in Venice" del 15 Luglio 1989. A dieci giorni dall'evento, il Teatro è stato dichiarato ufficialmente Sold Out.



Non solo musica ma anche beneficenza: i Gambler, in collaborazione con A.S.L.A., associazione senza scopo di lucro, puntano ad usufruire di teatri, piazze e cinema, per mettere in scena un grande spettacolo per sostenere una grande causa. L'idea si basa sulla realizzazione di una serie di eventi finalizzati alla raccolta fondi da devolvere per la ricerca sulla S.L.A. I concerti saranno, quindi, eventi del tutto gratuiti e rappresenteranno un occasione nel corso della quale verranno distribuite ai partecipanti buste anonime che ogni persona presente potrà utilizzare per fare la propria offertadel tutto libera. Ad aprire la serata sarà sempre un incaricato dell'Associazione per garantire un'informazione il più possibile puntuale e corretta, accompagnata dalla distribuzione di specifiche brochure ed opuscoli per sensibilizzare ed informare il pubblico. Guarda il servizio televisivo sull'evento per ASLA a Jesolo, il 18 Aprile 2015.

 
La dedica di Nick Mason ai Gambler, Verona 2005.   Articolo su "La Nuova Venezia" del 12.08.06
 
L'autografo di David Gilmour, Venezia 2006.   Incontro tra bassisti: Riccardo e Roger Waters, Londra 2011.